GIORGIO GRIFFA

Nasce a Torino nel 1936, dove vive e lavora. Tra i principali esponenti della tendenza, nata sul finire degli anni Sessanta, definita Pittura Analitica, ha partecipato a numerosissime rassegne nazionali e internazionali, tra le quali si ricordano la mostra personale alla Biennale di Venezia nel 1980; la partecipazione alla mostra Astratta, nel 1988, a Palazzo Forti (Verona); l’ampia retrospettiva nel 1991 nella Pinacoteca Comunale di Ravenna; nel 2001 e nel 2002 le due importanti mostre alla GAM di Torino; le mostre nei Musei e nelle gallerie di Lucerna, Parigi, Roma, Filadelfia, Munster, Verona, Anversa, Montreal, Utrecht, Aalbog, Modena, Bologna, Bonn, Belgrado, Hassalt, Munchen, Londra, Nizza, Francoforte, Milano, Darmstadt, Dusseldorf. Oltre all’attività espositiva, dalla metà degli anni ’70 ha pubblicato numerosi testi.