STEFANIA RICCI

Nel 1999 si diploma all’Accademia Albertina di belle arti di Torino, ma già nel ‘98 espone al Castello di Rivara (TO). Nel 2000 partecipa a New York a una collettiva di artisti torinesi dal titolo “Nursery Cryme” e nel 2002 il suo lavoro dedicato alla natura morta viene presentato dalla galleria torinese Art &Arts e nel 2003 dalla galleria tedesca Angelo Falzone di Manheim. Nel 2004 realizza un progetto installativo-fotografico, in collaborazione con il comune di Ivrea, per la antica Sinagoga della città. La stessa serie di opere sarà esposta nel 2005 alla galleria Rob Shazar di St. Agata De Goti (BN), al centro nazionale di fotografia di Padova e al “Premio Cairo Arte 2005”, Palazzo della Permanente, Milano”. Il 2006 la vede partecipare a Interzonas 2006 (Saragoza) e a una collettiva di artiste donne alla galleria Biasutti&Biasutti di Torino. Dal 2008 collabora con la galleria Not Fair Gallery di Milano, nel 2010 partecipa come finalista al premio Arte-Laguna e continua la sua intensa attività di mostre personali e collettive.